Buckfast logo

Presentazione di Keld Brandstrup

In apicoltura la condivisione è tutto.

Keld Brandstrup
Keld Brandstrup inizia la sua lunga e proficua carriera da entusiasta apicoltore per hobby nei primi anni 80, per poi arrivare a sviluppare un’azienda di apicoltura altamente professionale. L’azienda possiede da 400 a 500 arnie e produce da 25 a 30 tonnellate di miele all’anno.

All’inizio della carriera, la lunga cooperazione con Padre Adam della Abbazia di Buckfast, gli trasmette un forte interesse per l’apicoltura, che in seguito diventerà l’attività principale dell’azienda. Le regine, allevate secondo i principi di Padre Adam, sono richieste in tutto il mondo sia da apicoltori sia da università e ricercatori.

Keld Brandstrup occupa diversi posti in organizzazioni danesi e internazionali: è membro del Consiglio Danese per il miele e presidente della Associazione Danese degli Apicoltori Commercianti. Nel tempo libero lavora come ispettore e consulente per molti apicoltori e relative associazioni in tutto il mondo.

Keld Brandstrup ha viaggiato a lungo per il mondo alla ricerca di materiale utile per la sua attività. Oggi è entusiasta di condividere con altri apicoltori la sua vasta conoscenza in tema di combinazioni riproduttive e di produzione di regine. Perché come dice Ken “In apicoltura la condivisione è tutto”.

Keld Brandstrup, nato nel 1954, ha due figli dalla prima moglie, Jette Britt Nielsen, morta nel 2005. Jette, anche lei esperta di innesti, è stata assistente di Keld per molti anni. L’attuale partner di Keld è Cristina Simonsen.

Presentazione di Mogens Mundt

In apicoltura la condivisione è tutto.

Mogens Mundt
Presentazione di Mogens Mundt La formula magica dietro le regine Buckfast è piuttosto semplice – una qualità e una maestria senza pari. Solo quando tutte le parti del processo funzionano nel modo migliore, si ottengono le migliori api Buckfast. È questa la sfida continua che gli apicoltori di Buckfast Denmark devono affrontare! Spiega Mogens Mundt: “Sin da quando rimasi affascinato dall’apicoltura, ho sempre basato il mio lavoro su un principio etico: le mie colonie di api dovranno essere accudite nel migliore dei modi. Questa sfida è la maggiore fonte di motivazione per il mio lavoro di apicoltore”.

Mogens Mundt ha 38 anni e da oltre 14 si occupa di api a livello professionale. Le api fanno parte della sua vita da sempre, perché nella sua famiglia ci si occupa di apicoltura da molte generazioni. E’ da suo padre, anch’egli apicoltore, che Mogens ha appreso l’arte. Un poco alla volta la passione per l’apicoltura è cresciuta, e il numero di sciami è aumentato.
Attraverso la cooperazione con Keld Brandstrup, Mogens ha acquisito approfondite conoscenze nel campo della genetica delle api mellifere, e la capacità di valutare le colonie in base ad importanti caratteri.

Il carattere della colonia nel suo insieme, la tenuta del favo, la propensione alla sciamatura, la costruzione del favo, l’aspetto della covata, la propolizzazione e il comportamento igienico sono tutti requisiti chiave nella selezione di una colonia come potenziale riproduttrice.
“Un apicoltore professionista deve essere in grado di esaminare una colonia di api, e di fare con rapidità una valutazione ben fondata delle sue condizioni e della sua salute” dice Mogens.

Il quadro è chiaro: qualità, qualità, e ancora qualità!

“Qui alla Buckfast Denmark produciamo esclusivamente regine dalla qualità garantita. Offriamo ai nostri clienti solo il fior fiore delle migliori regine, senza mai compromessi sulla qualità.”

Mogens e sua moglie Lisbeth, insieme ai loro due bambini, vivono nella vecchia fattoria di famiglia vicino alla cittadina di Stenlille, sull’isola di Selandia. Per favorire la varietà e la vita naturale, buona parte dei 18 ettari di terra annessi alla fattoria è stata usata per la realizzazione di boschi e di due laghetti.

Tempo libero? Che cos’è? Da giovane Mogens era un appassionato giocatore di calcio, ma oggi, quando vuole rilassarsi, va a pescare. Soprattutto, nei momenti di quiete, gli piace sedersi all’aperto e ascoltare i suoni della foresta.

L’eredità di Padre Adam

Padre Adam (Karl Kehrle)

Introducing Brother Adam alias Karl Kerle
Karl Kehrle, o “Padre Adam” (3 agosto 1898, Mittelbiberach, Germania – 1 settembre 1996, Buckfast, Devonshire, Inghilterra) era un monaco benedettino e un apicoltore. Considerato una vera autorità nell’allevamento delle api, è il creatore della varietà di ape Buckfast. “Come apicoltore era insuperabile. Parlava con le api e le accarezzava. Trasmetteva loro una calma alla quale, secondo coloro che ebbero modo di vederlo al lavoro, le api così sensibili rispondevano” (The Economist, 14 settembre 1996”).

A causa della sua cagionevole salute, all’età di 11 anni sua madre, cattolica molto devota, lo mandò all’abbazia di Buckfast in Inghilterra, dove divenne membro dell’ordine con il nome di Padre Adam.

Due anni prima l’Acarapis woodi, un parassita originatosi sull’isola di Wight, aveva incominciato a diffondersi in tutto il paese, distruggendo le api indigene, e raggiungendo nel 1916 l’abbazia, dove sterminò 30 su 46 colonie. Sopravvissero soltanto le colonie di Apis mellifera carnica e Apis mellifera ligustica.
Padre Adam si recò in Turchia alla ricerca di api che potessero sostituire quelle indigene, e nel 1917 creò la prima varietà Buckfast, un’ape altamente produttiva e resistente al parassita.

Il 1 settembre 1919 Adam fu nominato responsabile dell’allevamento di api dell’abbazia, a seguito del pensionamento di padre Columban. Dopo alcuni studi sulla disposizione delle arnie, nel 1925 installò la sua famosa stazione a Dartmoor, un modello isolato preposto ad dove ottenere incroci selezionati, tuttora in funzione.

Dal 1950 in poi, per più di una decade, Adam proseguì nel suo graduale miglioramento dell’ape Buckfast, mediante l’analisi e l’incrocio di api provenienti da tutta Europa, dal Medio Oriente e dal Nord Africa.

Nel 1964 fu eletto membro del consiglio dell’Associazione della Ricerca sulle Api, in seguito divenuta l’Associazione Internazionale della Ricerca sulle Api. Negli anni settanta Padre Adam continuò a studiare l’ape Buckfast e a viaggiare, vincendo diversi premi, quali l’Ordine dell’Impero Britannico nel 1973, e il Bundesverdienstkreuz tedesco nel 1974. Il 2 ottobre 1987, mentre era alla ricerca di un’ape sulle montagne del Kilimangiaro in Tanzania e in Kenia, gli venne assegnata la laurea honoris causa dalla facoltà di agricoltura dell’università svedese di scienze agricole. Questo lo commosse profondamente, ritenendolo il riconoscimento ufficiale della natura scientifica del suo lavoro.

Due anni dopo gli fu assegnata la laurea honoris causa dall’università di Exeter, in Inghilterra.

Il 2 febbraio 1992, all’età di 93 anni, rassegnò le dimissioni dal suo incarico di apicoltore dell’abbazia e gli fu permesso di trascorrere alcuni mesi nella città natia di Mittelbiberach, con la nipote Maria Kehrle.

Dal 1993 in poi si ritirò a vita privata a Buckfast Abbey, divenendo il monaco più anziano della congregazione benedettina inglese. Nel 1995 si trasferì in una casa di cura nelle vicinanze, dove morì il 1 settembre 1996.